elite supermercati header logo

Asti: bella di sopra e di sotto

Alla scoperta di una città dal glorioso passato che in questo periodo prepara il palio, celebra le sue famose cantine sotterranee e invita i golosi a una iniziativa a tutto gusto
 

Asti è una città dal grande passato. Nel XII secolo poteva battere moneta con una propria zecca, e fino al Cinquecento rimase il centro più importante del Piemonte, dove le famiglie più facoltose fecero costruire case-forti e ben 125 torri. Oggi ne sono rimaste 12, tra cui la Torre Rossa, poligonale a sedici lati, la più antica, e la Torre Troiana, alta e snella, conosciuta anche come Torre dell’Orologio, uno dei simboli della città. Salendo i suoi 199 gradini, il panorama ripaga della fatica con una vista spettacolare sulla città e sulle colline che la circondano. Nel nucleo storico si trovano le due piazze che fanno da scenario al famoso Palio di Asti: l’ottocentesca piazza Vittorio Alfieri e la vicina piazza San Secondo, su cui si affaccia la Collegiata omonima, dedicata al santo patrono della città. Passeggiando lungo corso Alfieri si incontrano la Pinacoteca, negozi storici come la pasticceria Giordanino e Palazzo Alfieri, casa natale del poeta Vittorio Alfieri (1749-1803).

PRIMA DELLA CORSA
Il momento ideale per visitare Asti potrebbe coincidere con i preparativi del palio: ogni primo martedì di maggio, giorno di San Secondo, la città si anima per le solenni cerimonie che indicono ufficialmente la corsa del Palio che si correrà a fine settembre (quest’anno il 20/9). In piazza San Secondo, sabato 2 maggio si assiste al cerimoniale della Stima con la presentazione dei due drappi del Palio: uno per la Collegiata di San Secondo e uno per il vincitore. Martedì 5 maggio si celebra la consegna del Palio, con il Giuramento dei Rettori, del Capitano e dei Magistrati, in sgargianti abiti medievali. Poi, un corteo di figuranti parte dal Palazzo Civico e raggiunge San Secondo per offrire il drappo. Dopo la messa solenne, il sindaco della città e il parroco della Collegiata offrono a tutti la “minestra dei poveri”.

APPUNTAMENTO PER GOLOSI
Chi è poco interessato alle rievocazioni in costume potrà invece cogliere un altro avvenimento come occasione per scoprire Asti. Nella cucina piemontese si tramandano ricette complesse, come il fritto misto, che contempla carni varie (costolette di agnello, fricassà neira, ovvero fegato, salsiccia di maiale, cervella, filone, animelle di vitello) e verdure (carciofi e carote), insieme alla nota dolce di amaretto, mela e losanghe di semolino. Il Consorzio degli Operatori Turistici ha organizzato per il 28 e 29 marzo un Weekend del Gusto per mangiarlo al prezzo fisso di 25 € a persona, incluso il vino del territorio, il Grignolino d’Asti.

DA NON PERDERE
La Cattedrale in stile gotico, la cripta di S.Anastasio, con museo sotterraneo, il complesso di San Pietro in Consavia, con il battistero costruito a imitazione del Santo Sepolcro, e la Rotonda, di forma ottagonale e in stile romanico. Nel suo chiostro hanno sede il museo Archeologico e il museo Paleontologico. Su piazza San Martino si affacciano due chiese barocche delle quali quella di San Michele, sconsacrata, è oggi un circolo culturale e musicale. Il sito archeologico della Domus Romana, i resti delle mura viscontee e il Teatro Alfieri.

DOVE MANGIARE
In occasione del fine settimana dedicato al fritto misto alla piemontese, una cinquantina di ristoranti e trattorie di Asti e dintorni proporranno lo stesso menu allo stesso prezzo (25 € vino incluso). In città,i locali che partecipano sono: Da Aldo, via Gioberti 8 (tel.0141 354905); Francese,via dei Cappellai 15 (tel.0141 592321); Hasta Hotel, loc.Valle Benedetta 25 (tel.0141 213312); Moro, lungotanaro Pescatori 12 (tel.0141 592513); Piola e Crota via Cesare Battisti 14 (tel.0141 592059); Il Flauto Magico, piazza Alfieri 5 (tel.0141 532279); Salera, via Mons. Marello 19, (tel.0141 410169); Tacabanda, via al Teatro Alfieri5 (tel.0141 530999); Trattoria del Mercato, corso Luigi Einaudi 140/a (tel.0141 34559). Per gli indirizzi dei ristoranti fuori città vedere su www.terredasti.it

IN QUESTO PERIODO
Pasquetta Lunedì 13 aprile tanti gli eventi nell’Astigiano: Festa di Primavera a Vinchio, nella Riserva Naturale Val Sarmassa; Fritto Misto NoStop a Mombaruzzo, fraz. Bazzana; Grigliata di Primavera a Pino d’Asti; Mercatino a Barzano S. Pietro.
Cattedrali sotterranee Il 18 e 19 aprile le storiche aziende di Canelli aprono alle visite le loro celebri cantine: una ventina di chilometri articolati su più piani, scavati nel tufo calcareo nelle viscere della terra. Info: Cantine Bosca, tel. 0141967711; Cantine Coppo, tel. 0141 823146; Cantine Contratto tel. 0141 823349; Cantine Gancia, tel. 0141 830212
Gusti e Sapori Il 10 maggio e ogni seconda domenica del mese, rassegna agroalimentare con il meglio della produzione enogastromomica regionale e animazione.Tel. 0141 399526.

INDIRIZZI INTERNET www.astiturismo.it www.comune.asti.it www.terredasti.it

Altri contenuti in questa categoria
Altri contenuti in questa categoria

Il supermercato di quartiere completamente dedicato agli animali domestici, con una vasta scelta di prodotti food e accessori per i tuoi piccoli e grandi amici.

Un luogo ampio ed accogliente per un evento, una cerimonia, un pranzo di lavoro o per trascorrere del tempo con tutta la famiglia, 

Passato, presente e futuro si uniscono armoniosamente in una struttura sobria ed elegante, immersa nella quiete di un luogo distante dal frastuono della cittá.